martedì 15 ottobre 2013

Foglie all'appello

Con l'arrivo dell'autunno è svolazzata nella mia mente un'idea colorata da fare con i bambini: l'appello con le foglie.

Ecco com'è andata:
  1. Siamo usciti in giardino ed abbiamo osservato i nostri alberi e le loro foglie. Le abbiamo raccolte e le abbiamo portate in aula.
  2. Il giorno dopo, magicamente, è comparsa sul muro della sezione la sagoma di un albero (ricavata da un cartoncino marrone). Questa ci ha permesso di rielaborare l'esperienza fatta il giorno precedente in giardino attraverso una conversazione guidata dall'insegnante. Come auspicato, è così nato nei bambini il desiderio di "vestire" l'albero di sezione per farlo assomigliare di più a quelli del giardino. Ciascuno ha poi colorato (con tempera marrone e dita) il proprio albero (scheda precedentemente preparata dall'insegnante), interiorizzando i nuovi apprendimenti.
  3. Avendo deciso di creare le nostre foglie autunnali, ognuno ha colorato la propria sagoma a forma di foglia con spugnette intinte nella tempera gialla, rossa, marrone, verde ed arancione creando diverse sfumature, rendendo ogni foglia unica.
  4. Una volta asciutte, vi abbiamo incollato i contrassegni (che rappresentano la "firma" dell'autore)...completando l'opera lo scorso venerdì.
  5. Nel lunedì (cioè ieri), al momento dell'appello, ci siamo radunati intorno all'albero di sezione, che presentava sulle sue radici nientemeno che le nostre foglioline!! I bambini sono stati invitati uno alla volta (ovviamente in ordine alfabetico) a mettere la propria foglia su uno dei rami dell'albero...e alla fine sono rimaste fra le radici solo le foglie dei compagni assenti.
  6. Successivamente, ognuno ha potuto completare la propria scheda con il tronco spoglio, dipingendo con le dita (lasciando lievi ditate) diverse foglie gialle e rosse sui rami, nell'aria e sulle radici dell'albero.
  7. La parte più divertente del "gioco" è stata aggiunta solo oggi, poiché i bambini si sono seduti in semicerchio attorno all'albero e sono stati invitati ad imitare il vento autunnale che soffia sulle foglie, facendole cadere dai rami. Una alla volta, sono state così attaccate nuovamente ai piedi del tronco ed il gioco dell'appello ha potuto avere di nuovo inizio.


Prevedo che nel passaggio alla stagione invernale le foglie verranno sostituite con fiocchi di neve o addobbi natalizi, mentre con l'arrivo della primavera ci saranno boccioli e fiorellini, e con l'avvento dell'estate compariranno foglie verdi e ciliegie...ma sono aperta a considerare idee e spunti differenti anche in base agli interessi ed ai desideri che verranno espressi nel corso dell'anno.


Questa attività mi piace particolarmente perché si fonda su un interesse manifestato dai bambini stessi. Inoltre, ci sta permettendo di condividere tante esperienze interessanti (osservare la natura, scoprire i cambiamenti stagionali, sperimentare diverse tecniche pittoriche, imitare il vento, esercitare la pazienza, ecc.), ma soprattutto di divertirci insieme rendendo un po' più interessante il momento "burocratico" dell'appello.

1 commento:

  1. Complimenti...davvero simpatica l idea !!;)

    RispondiElimina