lunedì 9 settembre 2013

Grembiule o tuta??

L'inizio della scuola è ormai alle porte ed i supermercati si stanno riempiendo di genitori e bambini che si fiondano su cancelleria, zainetti, astucci e... grembiuli. Ma siamo così sicuri che tutto quello che comperiamo sia veramente adatto alle esigenze dei nostri bambini? Oppure quello che acquistiamo viene scelto in base alle abitudini, al senso estetico ed alla moda del momento? Beh, sono del parere che questi tre fattori incidano nelle nostre decisioni più di quanto sembri.
 
Però, se si conoscono i bambini e se si passa del tempo con loro (per lavoro e non), possono balzare agli occhi le loro necessità ed i loro bisogni. I genitori, i veri acquirenti delle aziende che si rivolgono ai bambini, non sempre si rendono conto di quello di cui ha davvero bisogno una persona di 3-4-5 anni all'interno dell'ambito scolastico.
 
Proprio per questo è fondamentale seguire i suggerimenti e le indicazioni che vengono fornite da insegnanti e dirigenti. Purtroppo però, alcuni di questi, vuoi per abitudine o vuoi per spirito conservativo, sono i primi a non rendersi conto che, al giorno d'oggi, ci sarebbero delle soluzioni migliori rispetto a quelle adottate in passato.
 
E' il caso del grembiule.
Infatti, sono dell'idea che sarebbe il caso di proporre un cambiamento nelle scuole e favorire l'adozione di tute al posto dei classici grembiuli...che, diciamocelo, non ci sono mai piaciuti poi così tanto!
  
Questa mia opinione è motivata dai seguenti fattori:
  • Al giorno d'oggi si trovano in commercio buone tute a poco prezzo (soprattutto in determinati negozi di abbigliamento sportivo che si stanno ormai diffondendo non solo in Italia, ma in tutta Europa, in cui le tute da bambino ormai costano 8-10 euro).
  • La praticità di questo capo di abbigliamento è indiscutibile! Non più calze, gonnelline attillate, stoffe delicate, maglioni e camicette. Bensì un paio di pantaloni comodi che permettano al bambino di stare tranquillamente seduto a terra, di correre e di saltare; una maglietta a maniche corte; e la parte superiore della tuta facile da togliere ed indossare.
  • Inoltre, si eviterebbe di mettere in crisi i figli di quei genitori che non si rendono conto che il proprio bambino di 3 anni non è ancora (comprensibilmente) capace di gestire cinture, bottoni, bretelle, salopette o qualsiasi altro congegno che possa sembrare diabolico ad un bambino che sta lottando quotidianamente per ottenere la propria autonomia.
  • Indicando ai genitori dove acquistare le tute (o acquistandole tramite la scuola) si risolverebbe il problema dovuto all'ostentazione che alcune famiglie attuano anche attraverso il vestiario dei propri figli, a scapito molte volte di quelli che invece si ritrovano a dover indossare vestiti di seconda o terza mano delle bancarelle. Ricordiamoci che è una scuola, non una sfilata di moda!
  • Perciò, tutti uguali, ma tutti diversi. Infatti, le tute vengono fabbricate di moltissimi colori sgargianti che andrebbero a sostituire i monotoni bianco e nero (o al massimo azzurrino e rosa chiaro) dei grembiuli attuali.
  • Infine, care mamme, una tuta non deve necessariamente essere stirata, mentre un grembiule si.
 
In conclusione...più tute per tutti.. :)
 
 


1 commento:

  1. Sono proprio d'accordo... Il mio bambino adora le tute!

    RispondiElimina